Biblioteca
Biblioteca PDF Stampa E-mail

ORARI INVERNALI DI APERTURA AL PUBBLICO
DAL 12 SETTEMBRE 2016

ORARI BIBLIOTECA COMUNALE 
Tel.: 0386.300291

ORARI INFORMAGIOVANI 
Tel.: 0386.300292

 
Martedì  09.30-12.30   
15.00-18.00
Mercoledì   16.00 - 20.00
Giovedì
 15.00-18.00
Venerdì  15.00-18.00
Sabato 09.30-12.30  
     
Martedì 09.30 - 12.30 15.00-18.00
Mercoledì
16.00 - 20.00
Giovedì 09.30 - 12.30  
Venerdì
 15.00-18.00
Sabato 09.30-12.30  

EVENTI/NEWS
Di seguito alcuni degli eventi in programma nell'ambito della Fiera di Primavera 2017 ad Ostiglia

Lunedì 24 aprile
ore 17.00, “Giulietta Rossignoli Chiavegato, staffetta partigiana delle Paludi”, presentazione a cura del Prof. Giovanni Perrino – Presidente A.N.P.I. “Ugo Roncada”, in Biblioteca Comunale;

Nota. GIULIETTA ROMEA ROSSIGNOLI in CHIAVEGATO
Isola della Scala 11 Luglio 1912 – Ostiglia 26 Maggio 1950
Madre di sei figli, sposa di Zenone Chiavegato, Giulietta Romea Rossignoli visse la sua breve esistenza al confine fra il veronese e il mantovano, in una località dal nome melodico in quelle che oggi sono Le Paludi di Ostiglia: Ronchetrin Casin Bordin. Oltre che alla famiglia, Giulietta dedicò la sua energia ai partigiani, ai soldati sbandati dopo l’8 settembre 1943, braccati dai nazifascisti ed anche ai militari alleati fuggiti dalla prigionia che cercavano rifugio nelle paludi. A quel tempo le valli erano ricoperte da fitti canneti e attraversate da piccoli corsi d’acqua e dai fiumi Tartaro e Tione. In tempi di pace ciò consentiva la pesca e piccole attività agricole. La famiglia Rossignoli Chiavegato era poverissima e viveva della pesca che Zenone esercitava nelle valli. Giulietta conobbe presto i nascondigli degli antifascisti nelle paludi e decise di farsene carico accompagnandoli, aiutandoli a difendersi dalle imboscate. Si dice che si rivolgeva a voce alta al marito e ai figli per avvertire quanti si trovavano nei paraggi della casa nei momenti di pericolo urlando: “Para su l’oco bianco che è rivà l’oco nero”. La donna procurava il nutrimento come poteva, chiedendo agli agricoltori un po’ di grano da macinare al di fuori della quantità prevista dalla tessera annonaria. Quando ne aveva abbastanza, approfittando del buio notturno, con la barca del marito, risaliva controcorrente il Tartaro per recarsi al mulino di Gazzo Veronese il cui proprietario, tuttora vivente, ha confermato la complicità nel macinare la farina di contrabbando. In tal modo riusciva a sfamare e a mettere in salvo quanti nelle paludi si rifugiavano. Alla fine della guerra, ai coniugi Chiavegato fu concessa la medaglia garibaldina (una stella con l’effigie di Garibaldi), riconoscimento delle formazioni partigiane “per la causa della libertà per l’appoggio mediante prestazioni personali con offerte di viveri e occultamento di perseguitati, sfidando il pericolo” come si legge sul diploma redatto l’8 sett. 1947 dal Comandante Generale della Brigata d’assalto Garibaldi Gen. Fontana.

Mercoledì 26 aprile
ore 17.30, in Biblioteca Comunale, presentazione del libro “Il cacciatore di mosche” di Valdo Immovilli.

Venerdì 28 aprile
ore 17.30, nel negozio abbigliamento Out-Let Shop (Ivy Oxford) di via Vittorio Veneto, presentazione del libro di Arnaldo Ninfali “Febbre di S.P.A.L.”, ebbrezza dei successi bianco-azzurri in un libro intriso di serenità e pacatezza nel vivere la passione calcistica.

Sabato 29 aprile
ore 10.00, Convegno Internazionale: “Via Claudia Augusta. La nostra storia e il nostro futuro”, Palazzo Municipale - Sala Consiliare; al termine, assaggi dell’antica Roma, a cura di Daniela Chiosi – socia GAO
dalle ore 12.00 alle 19.00, in piazza Cornelio, "Uno sguardo al Medioevo", con la Compagnia La Zoiosa di Mantova.

Domenica 30 aprile
dalle ore 10.00 alle 19.00, in piazza Cornelio,"Uno sguardo al Medioevo", con la Compagnia La Zoiosa di Mantova;
dalle ore 16.30 alle 18.30, a Palazzo Foglia (piazza Cornelio): visita guidata al Fondo Musicale "G. Greggiati" e ascolti de I “Carmina Burana” dall'interpretazione musicale del Codex medievale alla versione novecentesca musicata da Carl Orff. A cura di Elisa Superbi, Responsabile del Fondo;
vendita libri e riviste sdemanializzati e/o donati della Biblioteca Comunale.

--------------------------------------------------------------------------------------------

LO SCAFFALE DEL LIBERO SCAMBIO
Lo Scaffale del Libero Scambio è un servizio gratuito che nasce allo scopo di: dare una seconda vita a libri donati alla biblioteca e non inseriti nel patrimonio in quanto doppi o già posseduti da altre biblioteche; avvicinare alla biblioteca cittadini che normalmente non ne usufruiscono con un’offerta di lettura priva di tutte le norme che regolano il prestito; stimolare la diffusione della lettura e lo scambio dei libri: da uno scaffale appositamente predisposto è possibile prendere i libri, tenerli, riportarli, portarne altri.

I SERVIZI OFFERTI DALLA BIBLIOTECA

Prestito gratuito dei libri
Prestito gratuito del materiale multimediale (DVD, CD audio, CD Rom)
Servizio di prestito interbibliotecario
Consultazione automatizzata dei seguenti cataloghi: catalogo provinciale del materiale librario, periodici in abbonamento e non, materiale multimediale, fondi antichi
Bibliografie e ricerche bibliografiche su richiesta
Attività di collaborazione con le scuole del territorio
Aggiornamento del patrimonio bibliografico
Sale di lettura e di studio per adulti, ragazzi e bambini
Sala di lettura per quotidiani e riviste
Possibilità di consultazione e visione in sede del materiale

COSA POSSO TROVARE IN BIBLIOTECA:

narrativa
saggistica: medicina, giardinaggio, cucina, fai da te, astrologia, storia, geografia, attualità, scienze, intercultura, religioni, diritto, economia, finanza, arte, cinema e spettacolo
guide turistiche, racconti di viaggio
libri per bambini e ragazzi
fumetti
riviste e giornali
Film
Musica
Audiolibri

Responsabile della Biblioteca: dott.ssa Laila Baraldi
Tel. 0386.300291
E-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Link: www.comune.ostiglia.mn.it
www.biblioteche.mn.it