Museo Archeologico
Palazzo Foglia - Piazza Cornelio, 2
I - 46035 Ostiglia (MN)

Tel.: 338-3091512
Fax: 0386-800215
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Profilo Facebook Gruppo Archeologico Ostigliese

IL MUSEO ARCHEOLOGICO E' CHIUSO A TEMPO INDETERMINATO CAUSA IL SISMA DEL 2012 

Il Museo Archeologico fu allestito fin dal 1975 nella Torre del Castello, esponendo i materiali delle collezioni di don Giuseppe Greggiati e del notaio Renato Gemma.
Dal 1980 è gestito dal Gruppo Archeologico Ostigliese.
Nel 2000 fu trasferito a Palazzo Foglia e nel 2012 è stato chiuso a tempo indeterminato causa il terremoto.

La descrizione delle sale è quella antecedente all’evento calamitoso.

sala 1 Sala I: tipologie delle principali industrie dell’età del bronzo (XVI-XIII sec. a.C.), comprendenti ceramica, metallurgia, tessitura, lavorazione del corno e dell’osso. In ceramica sono ciotole carenate con anse “cornute” e dello stesso materiale sono le fusaiole ed i pesi da telaio.
Una vetrina accoglie le corna cervine dallo stato grezzo agli oggetti ricavati (aghi, pettine, cuspidi di freccia), mentre un’altra ospita una preziosa serie di oggetti di bronzo (spilloni, pugnaletti, falcetto e altro). Sempre nella prima sala, infine, una teca conserva reperti di selce, alcuni dei quali risalgono al neolitico.

 

sala 2 Sala II: sono visibili forme di vasellame dell’età del bronzo e due inumati ed alcuni vasi cinerari della necropoli della Vallona di Ostiglia, anch’essa della stessa cronologia (XIII sec. a.C.).
sala 3 Sala III: è dedicata alla protostoria ed all’età romana con varie tipologie di vasellame. Sempre dell’età romana sono bolli di fabbrica su laterizio, esempi di pavimentazioni (a mosaico e ad esagonette) ed alcune anfore.
sala 4 Sala IV: nella saletta didattica una vetrina espone oggetti prodotti dal Gruppo Archeologico Ostigliese su imitazione di quelli antichi, mentre altre due accolgono un campionario di ceramiche prodotte tra il XIII ed il XIX secolo d.C.. Di particolare rilievo le produzioni “graffite” di XV e XVI secolo.

 

Nelle sale del Museo sono affissi pannelli didascalici con gli aspetti salienti delle varie epoche e riproduzioni di oggetti, tra cui un telaio verticale e un impianto fusorio dell’età del bronzo. Una vetrina, inoltre, accoglie una selezione degli ultimi ritrovamenti archeologici effettuati dal Gruppo Archeologico Ostigliese.