Autocertificazioni PDF Stampa E-mail
Cosa è possibile autocertificare
La legge permette al cittadino di comprovare determinati fatti, stati o qualità personali attraverso dichiarazioni alla Pubblica Amministrazione e a chi fornisce pubblici servizi, al posto delle normali certificazioni.
L'autocertificazione sostituisce queste certificazioni:
dati anagrafici e di stato civile
? data e luogo di nascita
? residenza
? cittadinanza
? godimento dei diritti politici e civili
? stato civile (stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero)
? esistenza in vita
? nascita del figlio
? decesso coniuge, genitore, ascendente o discendente (nonno, figlio, nipote...)
? stato di famiglia
? annotazioni contenute nei registri di stato civile
? separazione o comunione dei beni
? titolo di studio
? qualifica professionale
? esami sostenuti
? titolo di specializzazione
? titolo di abilitazione
? titolo di aggiornamento
? titolo di qualificazione tecnica
? titolo di formazione
situazione economica - fiscale  - reddituale
? reddito
? situazione economica
? assolvimento obblighi contributivi
? possesso e numero del codice fiscale e/o di partita IVA
? altri dati contenuti nell'anagrafe tributaria
? qualità di vivenza a carico.
posizione giuridica
? qualità di legale rappresentante o tutore o curatore
? non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti
che riguardano misure di prevenzione
? di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali
? di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.
altri dati
? appartenenza a ordini professionali
? iscrizione in albi o elenchi tenuti da Pubbliche Amministrazioni
? posizione agli effetti degli obblighi militari
? stato di disoccupazione
? qualità di pensionato e categoria di pensione
? qualità di casalinga
? qualità di studente
? iscrizione ad associazioni o formazioni sociali.
Non è possibile l'autocertificazione per:
? certificati sanitari
? certificati di conformità CE